Cerca nel blog

Mobile Banner

Twitter

martedì 24 dicembre 2013

"PANETTONE"

"Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi" Proverbio

Missione impossibile...........Mai avrei pensato che sarei riuscita a fare davvero il panettone......Ma dopo un paio di tentativi, non proprio falliti, ma più che altro bruttini.....Ecco il panettone perfetto!!!! Non è una ricetta difficile, ma semplicemente molto lunga.....Sono tre fasi di lavorazione e tanta tanta pazienza.....Ma sarete fieri del risultato e comincerete a sfornare panettoni a più non posso!!!!


INGREDIENTI (PER UN PANETTONE DA 1,5 KG CIRCA):


250 GRAMMI DI FARINA 00 
250 GRAMMI DI FARINA MANITOBA 
12 GRAMMI DI LIEVITO DI BIRRA 
60 ML DI LATTE 
7 UOVA (4 INTERE E 3 TUORLI)
200 GRAMMI DI ZUCCHERO
5 GRAMMI DI SALE
SCORZA GRATTUGIATA DI UN LIMONE
40 GRAMMI DI ARANCE CANDITE
40 GRAMMI DI CEDRO CANDITO
120 GRAMMI DI UVETTA PASSITA
1 BUSTINA DI VANILLINA
160 GRAMMI DI BURRO
1 CUCCHIAINO DI ZUCCHERO
1 STAMPO DA PANETTONE DA 1 KG


Allora......Calma, pazienza e tanta tanta concentrazione. Se seguite alla lettera tutti i passaggi il risultato è garantito!!!!
Innanzitutto mischiate la farina 00 alla manitoba, così da avere 500 grammi di farina in un'unica ciotola!

FASE 1: 100 GRAMMI DI FARINA; 10 GRAMMI DI LIEVITO; 1 CUCCHIAINO DI ZUCCHERO; 60 ML DI LATTE.

Per prima cosa mettete in ammollo l'uvetta in una ciotolina d'acqua. Sciogliete 10 gr di lievito di birra e il cucchiaino di zucchero in 60 ml di latte tiepido, A questo punto mettete la farina e impastate fino a che non otterrete un impasto omogeneo. Mettete l'impasto in una ciotola coperta con la pellicola e mettetela a farla lievitare per un'ora nel forno a 30°.

FASE 2: 180 GRAMMI DI FARINA; 2 GRAMMI DI LIEVITO; 2 UOVA INTERE; 60 GRAMMI DI BURRO A TEMPERATURA AMBIENTE;80 GRAMMI DI ZUCCHERO.

Al primo impasto lievitato aggiungete le uova, il lievito di birra sbriciolato e la farina, impastate bene con le mani e poi aggiungete lo zucchero e infine il burro a temperatura ambiente....impastate fino ad ottenere un composto liscio e non appiccicoso (aiutatevi con una spolverata di farina manitoba per evitare che sia troppo appiccicoso....NON USATE LA FARINA PER L'IMPASTO!!!). Mettete l'impasto di nuovo in una ciotola coperta da pellicola trasparente e fatela lievitare per due ore nel forno a 30°. 

FASE 3: 220 GRAMMI DI FARINA; 120 GRAMMI DI ZUCCHERO; 2 UOVA INTERE; 3 TUORLI; 5 GRAMMI DI SALE; 100 GRAMMI DI BURRO A TEMPERATURA AMBIENTE; LA SCORZA GRATTUGIATA DI UN LIMONE; 40 GRAMMI DI ARANCIA CANDITA A CUBETTI; 40 GRAMMI DI CEDRO CANDITO A CUBETTI; 120 GRAMMI DI UVETTA (STRIZZATA BENISSIMO); 1 BUSTINA DI VANILLINA.

Unite al secondo impasto 2 uova intere, i 3 tuorli e i 220 grammi di farina. Munitevi di forza e pazienza e impastate per almeno 10 minuti di modo che l’impasto diventi bello elastico (ANCHE IN QUESTO CASO POTETE AIUTARVI CON QUALCHE SPOLVERATA DI FARINA MANITOBA) e poi aggiungete lo zucchero e il sale.
Quando tutti gli ingredienti saranno amalgamati, aggiungete in due volte il burro a temperatura ambiente e, a seguire, la frutta candita (arancia e cedro), la scorza del limone grattugiata, l’uvetta precedentemente strizzata e la vanillina.
Lasciate lievitare l’impasto nel forno a 30° sempre in una ciotola coperta da pellicola trasparente per altre 2 ore. 


A questo punto estraete l'impasto dalla ciotola impastatelo di nuovo su di un piano poco infarinato e dategli forma sferica: posizionatelo dentro allo stampo da panettone. 
Lasciatelo lievitare coperto fino a che l’impasto non arrivi a filo dello stampo, almeno altre due ore e sempre nel forno a 30°.
Quando l’impasto sarà a filo dello stampo, mettetelo in un luogo areato per 10-15 minuti.
A questo punto incidete a croce la sommità e mettete al centro della croce una noce di burro.



Mettete su di una teglia da forno posta sulla parte inferiore di quest’ultimo, una ciotolina d’acqua e infornate in forno statico a 200° per circa 15 minuti, quindi abbassate a 190 e lasciate cuocere per altri 15 minuti. Abbassate il forno a 180° e cucinate il panettone per altri 30 minuti. In totale il panettone cucinerà per un'ora. Una volta cotto, estraete il panettone dal forno e lasciate raffreddare. 

P.S. Ovviamente, se non vi piacciono i canditi potete farlo tranquillamente senza, magari aggiungendo un po' di uvetta in più o delle gocce di cioccolato!!!

IL PANETTONE E' PRONTO!!!!!!!!!!!!!!!
EVVIVAAAAAAAA
BUON NATALE A TUTTI!!!!

V.












lunedì 23 dicembre 2013

"BOCCONCINI DI CONIGLIO MARINATI IN SALSA AL TE' VERDE"

"Dì un po', hai un coniglio in tasca o sei contento di vedermi?" Chi ha incastrato Roger Rabbit

Scena già vista......Frigo vuoto......e per vuoto intendo vuoto vuoto, e un pacco di filetto di coniglio, finito li per caso, mi ero messa in testa di mettermi un po' a dieta e il coniglio mi sembrava l'ideale......Ma ai ferri?!?! Noooooooo......Dieta si, ma dieta da ospedale proprio no!!!!
Perciò ho aperto il frigo e preso tutto quello che c'era dentro.......Creato una marinatura e intenzionata a metterlo nel forno! Ma grazie a Dio la mia amica Imma, grandissima cuoca, mi ha dato un idea......"Perchè non provi a cucinarlo nel tè verde"?!?!...............OTTIMA IDEA!!!!!......E così ho fatto!!!!


INGREDIENTI:

FILETTO DI CONIGLIO
YOGURT INTERO
ZENZERO FRESCO
UNA BUSTINA DI ZAFFERANO
SESAMO
OLIO
SALE
PEPE
PEPERONCINO (FACOLTATIVO)
MAIZENA

Per prima cosa tagliate il vostro filetto di coniglio a bocconcini non troppo piccoli. Poi preparate la vostra marinatura: mischiate lo yogurt assieme allo zafferano, grattugiateci dentro lo zenzero fresco, aggiustate di sale, una macinata di pepe, un po' di sesamo e, se lo volete bello piccante aggiungete anche un po' di peperoncino in polvere. A questo punto amalgamate bene bene il vostro coniglio nella marinatura e lasciatelo marinare per almeno un'ora!
Potete preparare il tè verde.....Una tazza grande per sfumare e, se vi piace, una teiera per voi. Io ho pasteggiato con il tè verde ed è stato molto piacevole.
Passata un'ora, mettete un filo d'olio in una padella antiaderente e fate cucinare il coniglio e tutta la marinatura per circa 5/6 minuti. A questo punto sfumate con il tè verde e lasciate andare il coniglio per 10 minuti.
Appena vi sembrerà cotto, spolverate, aiutandovi con un colino, il sughetto con un cucchiaio di maizena, così da farlo diventare cremoso e denso. Mi raccomando, non fate questo passaggio troppo tardi, non fate asciugare tutto il tè, altrimenti non riuscirete a creare il sughetto denso.
Perfetto!!!! Il coniglio è pronto!
Vi consiglio di gustarlo bevendo il tè è veramente buono......Leggero, ma molto gustoso! E fa sicuramente un figurone se avete ospiti!!!!

V.








lunedì 2 dicembre 2013

"LUMACHINE DI MARE IN PADELLA"


"Lumaca, lumachina
tira fuori le corna!
Se no ti metto in padella:
te e tua sorella" Filastrocca


Ogni volta che vado dal pescivendolo parto con le migliori intenzioni...."Pesce normale" mi dico "da fare ai ferri o bollito.....Tipo una sogliola o un branzino"........Ma prontamente,davanti al bancone del pescivendolo, compro cose tipo ostriche, ricci, tartufi e altre cose "strane" del mare che non sto ad elencare.....Le mangio crude, cotte a vapore, fritte.....Insomma, in tutti i modi possibili........Le lumachine sono il mio massimo in assoluto!!!!!!

INGREDIENTI:

LUMACHINE DI MARE
DOPPIO CONCENTRATO DI POMODORO
POMODORINI (FACOLTATIVI)
AGLIO
SCALOGNO
VINO BIANCO (O ROSSO SE PREFERITE SFUMARE CON QUESTO)
PREZZEMOLO FRESCO
OLIO
SALE


Per prima cosa sciacquate bene bene e per un paio di volte le vostre lumachine, così da togliere eventuali impurità. Riempite un pentolone di acqua, mettetelo a bollire, salate leggermente e buttate dentro le lumachine che farete bollire per circa 4/5 minuti.
A questo punto potete sbizzarrirvi come più vi piace.....Nel senso che potete usare i pomodorini con il concentrato di pomodoro, solo la concentrata (come ho fatto io), il vino bianco o rosso, dipende cosa preferite e potete giocare a vostro piacimento con la quantità di aglio e cipolla che più preferite.
Io nella padella ho messo : olio, uno spicchio d'aglio, uno scalogno tritato, praticamente un intero tubetto di concentrato di pomodoro e successivamente mezzo bicchiere di vino bianco e prezzemolo tritato finemente! Erano gustosissime!!!!

Ma torniamo un attimo indietro.....Scolate bene le lumachine e lasciatele un attimo nello scolapasta. Fate rosolare e appassire lo scalogno assieme all'aglio e al concentrato di pomodori (a questo punto se vi va unite anche i pomodorini). Quando sarà tutto ben amalgamato buttate le lumachine nella padella e mischiate bene tutti gli ingredienti a fuoco vivo. Sfumate con mezzo bicchiere di vino, lasciatelo evaporare bene, aggiungete il prezzemolo e il gioco è fatto!
Per gli amanti di questo tipo di piatti garantisco la perfetta riuscita e il gusto intenso e meraviglioso..... Sono da mangiare con le mani e uno stuzzicadenti......Mmmmmmmmmm mi è rivenuta una voglia di lumachine che non avete idea!!!

P.S.
A dire la verità......Io lo stuzzicadenti nemmeno l'ho usato...... ;-)

V.