Cerca nel blog

Mobile Banner

Twitter

giovedì 13 febbraio 2014

"SOUFFLE' AL CACAO FAT FREE"



No no non sto scherzando.....Non sono quelle ricette dietetiche che poi alla fine dietetiche non sono!!! E' un dolce-non dolce incredibile che può essere mangiato anche durante le diete più restrittive come ad esempio la Dieta Dukan!.....Vi chiederete "Va beh, ma quanti ne posso mangiare? 2/3, non di più!"......Eh no!!!! Ne potete mangiare quanti ne volete e quando volete!!! Ma dovete assolutamente seguire tutti i miei passaggi con minuziosa attenzione e non trascurare nulla di quello che vi dirò!!

INGREDIENTI PER CIRCA 5 SOUFFLE':

3 UOVA
DOLCIFICANTE LIQUIDO
30 ML DI LATTE
UN CUCCHIAIO DI CACAO AMARO IN POLVERE
1 PIZZICO DI SALE

Preriscaldate il forno a 180°.
Bene, per prima cosa separate i tuorli dagli albumi. A bagno maria, cuocete i tuorli delle uova con i 30 ml di latte e qualche goccia di dolcificante (assaggiate con la punta della lingua per regolare la dolcezza) a fuoco basso sbattendo delicatamente con una frusta fino a che non si formerà una cremina all'uovo bella gialla. Mettete da parte e fatela intiepidire.
Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale.....SE SBAGLIATE QUESTO PASSAGGIO I SOUFFLE' NON VERRANNO. Voglio dire che per montati a neve, intendo proprio una crema, spumosa e bella soda, deve sembrare panna montata....Se dovesse risultare un composto liquidino non va bene!!! Per questo motivo vi consiglio di montare gli albumi con una frusta elettrica, perchè a braccia non otterrete lo stesso risultato. 
Mettete qualche goccia di dolcificante anche nella vostra crema di albumi e, mi raccomando, assaggiate con la punta della lingua per verificarne la dolcezza.

Unite la vostra crema di tuorli e latte all'albume montato e mescolate bene con un cucchiaio di legno. Aggiungete un cucchiaio di cacao amaro e continuate a mescolare. A questo punto siete obbligati ad assaggiare perchè spesso il cacao tende a rendere tutto più amaro, perciò ci sarà sicuramente da aggiungere ancora qualche goccia di dolcificante! Assaggiate e quando avrà raggiunto la dolcezza che più vi piace, prendete le pirottine in alluminio e mettete tre cucchiai di impasto per ogni pirotta.


A questo punto potete infornare......Tenete i vostri soufflè in forno per circa 20 minuti....Ma non fate l'errore che ho fatto io......SE VOLETE CHE I VOSTRI SOUFFLE' RIMANGANO GONFI ANCHE IN PUNTA.....NON APRITE MAI IL FORNO!!!!! Io l'ho aperto e...........Si sono leggermente sgonfiati.....Erano buonissimi lo stesso, ma se potete non replicare il mio errore non fatelo!

Una volta cotti tirateli delicatamente fuori dal forno e prima di toglierli dalle pirotte e mangiarli, lasciateli raffreddare!

.........SONO UN GENIO!!!!E saremo tutti mooooolto più magri!!!! ;-)

V.










lunedì 10 febbraio 2014

"RAVIOLI ALL'ASTICE"

"L'amante è come il pesce; pessimo se non è fresco" Plauto


.....Niente ormai i ravioli sono una droga per me....Mi piace inventarli, provarli, farli, mangiarli....MI PIACE TUTTO DEI RAVIOLI....Prossimamente ravioli al cacao con ripieno di gorgonzola e ravioli burrata e cipolle di tropea caramellati, che tra l'altro continuo a fare e mi dimentico sempre di fare le fotografie!!!
Comunque....Questa ricetta e facile e anche abbastanza veloce....Se non fosse che ho tutte le mani bucherellate dagli astici....Ma ne è valsa la pena!!!!

INGREDIENTI PER LA PASTA: (PER 4 PERSONE)

4 UOVA
400 GRAMMI DI FARINA
UN PIZZICO DI SALE

INGREDIENTI PER IL RIPIENO:

3 ASTICI GRANDI E FRESCHI
CAROTA,SEDANO,CIPOLLA,ALLORO,VINO BIANCO (PER IL BRODO)
2 SCALOGNI
BURRO
SALE

Allora.....Nelle varie ricette che ho trovato c'era quasi sempre anche la panna....Ma visto che la mia filosofia è quella di non usare mai (o quasi) la panna in cucina l'ho tolta e sono venuti comunque degli ottimi ravioli gustosi.

Andiamo in ordine.....Per prima cosa preparate il brodo....Riempite una pentola grande,da poter contenere gli astici, di acqua e all'interno mettete due carote, due coste di sedano, una cipolla grande tagliata a metà e le due foglie di alloro. Una volta che avrà preso bollore, lasciate andare il brodo per circa 30 minuti. A questo punto aggiungete gli astici e mezzo bicchiere di vino bianco e lasciate cucinare per altri 15 minuti.

Nei 30 minuti di cottura del brodo potete preparare la pasta, amalgamando bene uova, farina e sale.....Lavorate bene.....Più si lavora la pasta più viene buona e facile da tirare!!!!
Lasciatela riposare in frigo per 30 minuti!!!

A questo punto scolate gli astici e lasciateli intiepidire, poi sgusciateli ed estraetene la polpa. In una padella fate appassire gli scalogni tritati finissimi in una noce di burro bella grande. Tagliate finemente anche gli astici (chele comprese) e buttateli nella padella ad insaporire. Assaggiate ed eventualmente aggiustate di sale. Fate rapprendere un po' il sughetto di modo che non sia troppo liquido come ripieno per dei ravioli. Fatelo raffreddare.

Il gioco è praticamente fatto!!! Tirate la pasta...bella sottile!!! Chi se la sente usi le braccia...IO NEMMENO PER SOGNO....

Disponete il ripieno sulla pasta (vd.foto) e chiudete con cura stando attenti a far uscire tutta l'aria. 




Infarinate un vassoio o una teglia precedentemente ricoperta di carta forno, adagiatevi sopra i ravioli e lasciate riposare per un paio d'ore!
Diciamo che se li volete mangiare la sera potete farli tarda mattinata o primo pomeriggio.


Bollite i ravioli in acqua salata per 5/7 minuti.

Io li ho conditi con un sughetto leggero di pomodorini e gamberi, ma volendo si possono condire anche con un sugo bianco di scampi o direttamente conservando qualche pezzetto di astice!!! Lascio a voi la creatività nella fase di condimento.

Buoni buoni buoni
Alla prossima

V.















lunedì 3 febbraio 2014

"PANE"

"L'uomo vive di pane e pigiama" G. Manganelli


A volte penso, mi scervello per provare in cucina le cose più assurde, per pubblicare le ricette più impensabili etc....Per carità è una cosa che mi piace da morire, le stranezze culinarie spesso sono il mio forte.......Ma avevo voglia di pane....Avevo voglia di pane caldo appena sfornato....Ma era domenica e non avevo la macchina ed ero sola in casa......Presa dalla disperazione ho chiamato mia madre per chiederle se aveva un po' di pane.....Niente.....Ma poi ho pensato.....E se me lo facessi io il pane?!?! Cavolo, in fondo sono una cuoca....e una cuoca che si rispetti il pane se lo deve fare a casa!!!!
E allora per la prima volta nella mia vita ho fatto il benedetto pane.......Non ci sono fotografie del pane completamente finito perché potete immaginare come è finita........Nutella e pane....Un' unione solida e irresistibile!!!
Credo che da questo momento in avanti, appena potrò farò il pane a casa.....Anche se già penso di sperimentare diverse ricette e diversi tipi di impasto!!!!

INGREDIENTI:

250 GRAMMI DI FARINA 00
250 GRAMMI DI FARINA MANITOBA
300 ML DI ACQUA
50 GRAMMI DI OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
10 GRAMMI DI SALE
1 CUCCHIAINO DI ZUCCHERO
1 CUBETTO DI LIEVITO DI BIRRA

La ricetta da cui ho preso il pane indicava circa la metà del lievito.....Ma ho sbagliato e ho messo tutto il cubetto....Beh.....A me è venuto stupendo, ben lievitato e soffice, perciò direi che tengo l'errore!!!
Per prima cosa sciogliete il lievito in un po' di acqua tiepida e il cucchiaino di zucchero. Mischiate la farina 00 alla manitoba, create una fontanella e al centro versate il composto di acqua, zucchero e lievito. Amalgamate bene il tutto.
A questo punto unite tutti gli altri ingredienti: l'acqua, l'olio extravergine e il sale.
Impastate a lungo fino a che non vi viene un bell'impasto morbido e omogeneo.
Mettete l'impasto in una ciotola coperta con la pellicola e lasciatelo lievitare per due ore dentro il forno acceso a 30°.
A questo punto vedrete che l'impasto sarà bello gonfio e lievitato....Prendetelo e rimpastatelo di nuovo per circa 5 minuti! Fate una bella pagnotta grossa disposta su una teglia ricoperta di carta forno e rimettetela nel forno acceso a 30° a lievitare ancora un'ora!
Il gioco è quasi fatto!!! Con un coltello fate quattro tagli a forma di quadrato e infornate il vostro pane a forno statico a 200° per circa 45 minuti!!!
Lasciatelo intiepidire leggermente e godetevelo più che potete!!! E' STRABUONOOOOOO!!!!!
V.