Cerca nel blog

Mobile Banner

Twitter

lunedì 29 dicembre 2014

"TORTA VEGANA AI MANDARINI"

"Dio fece il cibo, ma certo il diavolo fece i cuochi!" James Joice 

Disintossicazione...Ecco la parola d'ordine che mi sta accompagnando in queste giornate di pausa dalle abbuffate tra Natale e il veglione di capodanno. Io non ho mangiato...Ho stra mangiato, ma soprattutto ho abusato di carne e formaggi. Quindi, il fioretto di questi giorni è stato quello di tentare, fino al 31 Dicembre, di eliminare le proteine animali e tutti i suoi derivati dalla mia dieta alimentare...Ce la sto facendo, ma, essendo io una preistorica, mi sento come una ex dipendente da qualcosa di cui non posso fare a meno. Ma in tutto questo una nota positiva c'è eccome...Sto scoprendo piatti e ricette molto gustose che mai e poi mai mi sarei sognata di fare. Mai avrei pensato che una pasta frolla sarebbe potuta venire buona e gustosa anche senza burro ne uova e, invece, la ricetta che vi propongo oggi non ha ne l'uno ne l'altro.

INGREDIENTI PER LA FROLLA:


300 GRAMMI DI FARINA 00
130 ML DI OLIO DI SEMI 
100 GRAMMI DI ZUCCHERO DI CANNA
ACQUA
SCORZA DI LIMONE

PER IL RIPIENO:

5 MANDARINI GRANDE
ZUCCHERO DI CANNA

Per prima cosa sbucciate i mandarini e tagliate gli spicchi a pezzetti piccoli. Dentro ad una ciotola, aiutandovi rigorosamente con le mani, mischiate i mandarini con tre/quattro cucchiaiate abbondanti di zucchero di canna e lasciateli macerare fino a che anche la frolla non sarà pronta.
Preriscaldate il forno a 180°.
A questo punto preparate la frolla come segue...
In una ciotola bella grande versate la farina, l'olio di semi, la scorza del limone e lo zucchero di canna e cominciate a lavorare insieme gli ingredienti. Adesso aggiungete a filo l'acqua (circa 1 bicchiere), fino a che la consistenza non sarà quella tipica della pasta frolla, omogenea, soda e compatta.
Foderate una tortiera con della carta forno, dividete la frolla in due parti uguali e stendete la prima parte come base della torta, aiutandovi a tirarla bene con un mattarello. State attenti a creare dei bordi alti almeno un paio di centimetri, così da poter contenere tutto il composto con i mandarini.
Mettete la teglia nel forno per circa 15 minuti così da cominciare a cucinare un po' la vostra frolla.
Nel frattempo tirate anche l'altra metà della pasta aiutandovi con il mattarello. Tiratela bene in modo da poter coprire l'intera torta.
A questo punto, una volta tirata fuori la base dal forno, versatevi all'interno il composto con i mandarini, succo compreso e coprite tutto con la frolla tirata. Fate qualche buco con i denti di una forchetta così da creare tante piccole camere d'aria così da evitare strani sollevamenti.

Via, tutto in forno! Diciamo che il tempo perfetto perchè la frolla sia dorata è di 40 minuti. Voi comunque tenetela d'occhio e quando vi sembrerà dorata al punto giusto vorrà dire che la torta è pronta. Lasciatela raffreddare e copritela con una spolverata di zucchero a velo!
Beh, per quanto mi riguarda, direi che come primo dolce vegano ci siamo, sono soddisfatta. E' buona e gustosa...Da provare!!!









Per tutti coloro che volessero invece sperimentare la mia frolla super perfetta vi lascio in eredità la mia ricetta super perfetta ;-)

PASTA FROLLA:

300 GRAMMI DI FARINA 00
200 GRAMMI DI BURRO
100 GRAMMI DI ZUCCHERO
1 UOVO
1 CUCCHIAINO DI LIEVITO PER DOLCI

V.







martedì 9 dicembre 2014

"PEPE ROSA"

"Non c’è uomo che non possa bere o mangiare, ma sono in pochi in grado di capire che cosa abbia sapore" Confucio


Nell'ultimo mese ho comprato tonnellate di pepe rosa...Non so esattamente il perchè, ma anche io, come Picasso, ho i miei periodi cromatici...C'è stato il periodo del sale blu di Persia, quello dei dolci al cioccolato fondente e, perfino un periodo dietetico, in cui qualsiasi mia ricetta era caratterizzata dal colore verde....Adesso tocca al pepe rosa, un ingrediente che non ho utilizzato spesso, ma che dà un sapore squisito aggiunto come tocco finale ad ogni ricetta!!! Per la prima volta in questo post vi proporrò due ricette di carne, da fare entrambe con l'uso del pepe rosa come ingrediente. Una più classica, i filetti di maiale al pepe rosa, e un arrosto di lonza di maiale, un po' più creativo, al lime e pepe rosa. Entrambe le ricette fanno una gran figura se presentate ad una cena tra amici ma anche ad una cena formale...E, visto che siamo sotto Natale e magari dovete invitare il vostro capo a cena, vi suggerisco di prepararne una delle due, ne rimarrete soddisfatti voi, ma soprattutto i vostri ospiti. Anche chi non è praticissimo in cucina si può cimentare senza difficoltà nella preparazione di questi due piatti.

FILETTI DI MAIALE AL PEPE ROSA

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

8 FILETTI DI MAIALE (DUE PER PERSONA)
BURRO
OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA 
MEZZO BICCHIERE DI PANNA LIQUIDA 
UN BICCHIERE DA CHUPITO DI BRANDY
TRE CUCCHIAI DI PEPE ROSA 
1 CUCCHIAIO DI SENAPE
SALE

In una padella antiaderente fate fondere una noce di burro e un filo d'olio extravergine e, quando ben amalgamati, rosolate i filetti di maiale almeno 4/5 minuti per lato. Salate.
Quando i vostri filetti saranno ben rosolati toglieteli dalla padella, stando attenti a sgocciolarli bene e avvolgeteli nella carta alluminio così da non farli raffreddare. Nella padella versate il brandy che farete flambare, fiammeggiare...insomma, dategli fuoco!!! Quando sarà spento aggiungete la panna, la senape e il pepe rosa e fate andare a fuoco basso per circa 3 minuti, aggiustate di sale se necessario. A questo punto rimettete i vostri filetti nella padella assieme alla salsa e, a fuoco spento, fateli amalgamare bene con il tutto.
Et volà!!! Il gioco è fatto e potete impiattare.
Se volete completare l'opera alla grande vi suggerisco di servire i vostri filetti sopra dei medaglioni di rosti di patate al burro.

PER IL ROSTI:

INGREDIENTI:

4/5 PATATE
BURRO
SALE

Grattugiate le patate con i fori grandi di una grattugia e strizzatele dall'amido. In una padella antiaderente mettete abbondante burro e fatelo fondere bene (deve ricoprire tutta la superficie della padella). Nella padella formate uno strato spesso e ben livellato di patate, schiacciandolo bene con le mani, salate la superficie e cucinatelo a fuoco medio. Dopo circa 5/6 minuti girate il vostro rosti e fate rosolare bene anche la seconda parte. Il procedimento, per intenderci, è simile a quello per preparare una frittata. Una volta che il vostro rosti è pronto coppatelo con un coppa pasta o una formina rotonda o, al diavolo, anche con le mani e create il letto perfetto per accogliere i vostri filetti.

LONZA DI MAIALE AL LIME E PEPE ROSA

INGREDIENTI:

500 GRAMMI DI LONZA DI MAIALE
1 CIPOLLA PICCOLA
2 LIME
ZUCCHERO
VINO BIANCO
2 CUCCHIAI DI PEPE ROSA
OLIO EXTRA VERGINE
SALE

Allora... Per prima cosa in una pentola antiaderente profonda fate appassire la cipolla tagliata al velo con olio e una noce di burro bella grande e, dopo qualche minuto aggiungete la lonza e fatela rosolare per una decina di minuti.
A questo punto togliete la lonza e mettetela al caldo avvolta nella carta alluminio. 
Nella pentola aggiungete il succo di due lime e mezzo cucchiaino di zucchero. Dopo circa tre minuti rimettete anche la lonza, irrorate con un bicchierone di vino bianco, salate e cucinatela coperta per circa 30 minuti a fuoco bassissimo...Se si asciuga si può aggiungere un goccio d'acqua o di brodo. Passata la mezz'ora tirate fuori la carne e tagliatela a fette. Al sughetto aggiungete due cucchiai di pepe rosa e fatelo restringere leggermente.
Versate la vostra cremina sulle fettine di lonza e servite. E' davvero uno spettacolo!!!
Io l'ho servito con delle semplicissime patate al forno, ma va benissimo anche un purè!

V.