Cerca nel blog

Mobile Banner

Twitter

venerdì 18 novembre 2016

"AMATRICIANA DI PESCE"

"A colui che bussa alla porta non si domanda: “Chi sei? Gli si dice: “Siediti e mangia”".
Proverbio siberiano

E se una sera ti salta una cena con tanti amici e ti rimane nel frigo tanto pesce diverso che fare?!?!?! Beh, io avevo la fortuna di avere anche un guanciale incredibile nel frigorifero e quindi....Largo alla fantasia e via tutto nella stessa padella. Il risultato è una pasta strepitosa, golosa, con richiami di terra e di mare ma in perfetto equilibrio tra di loro. Ne è valsa la pena, perchè la cena a otto è diventata una romanticissima cena a due che ha sorpreso il mio ospite con una ricetta diversa ma con ingredienti facili e soprattutto buoni. Vi consiglio di provarla e di farla con tanto amore, vi stupirete del risultato.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:


150 GRAMMI DI GUANCIALE 
UNA RETE DI VONGOLE DA 1 KG 
8/12 CANOCCHIE O CICALE DI MARE
500 GRAMMI DI GAMBERETTI
UNO SPICCHIO D'AGLIO
VINO BIANCO 
PREZZEMOLO
500 GRAMMI DI POLPA DI POMODORO
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
SALE
PEPE
FOGLIE DI BASILICO FRESCO PER FINIRE IL PIATTO
500 GRAMMI DI SPAGHETTI

Allora, non fatevi spaventare dalla quantità di ingredienti, il procedimento è solo un po' lungo ma molto, molto facile. Per prima cosa dedicatevi ai pesci. Mettete a spurgare le vongole in una ciotola piena d'acqua con due/tre manciate di sale grosso. Sgusciate i gamberetti e togliete loro il filamento interno aiutandovi con uno stuzzicadenti. Tagliate con una forbice le zampette e le parti più appuntite delle vostre cicale e fate un taglio al centro della coda dalla parte del dorso per agevolare chi le mangia, ma non staccate le code dalle teste, lasciatele intere.
Bene....A questo punto in un pentolone dai bordi larghi fate aprire bene le vostre vongole a fuoco alto con poco vino bianco e del prezzemolo tagliato finemente, filtrate l'acqua e mettetela da parte. Sgusciate un po' di vongole e le altre tenetele con il guscio. A questo punto avete tutti i pesci pronti, vongole sgusciate ed intere, gamberetti e cicale puliti.

In una padella bella grande fate rosolare in un giro d'olio abbondante il vostro aglio in camicia (schiacciato con un colpo del palmo della mano senza sbucciarlo), aggiungete il guanciale tagliato a cubetti piccoli e fatelo rosolare anch'esso fino a che non diventa bello croccante. Versate nella padella anche la polpa di pomodoro, sfumate con mezzo bicchiere di acqua delle vongole filtrate e fate cucinare per 6/7 minuti, fino a che il sugo non si sarà un po' ristretto, aggiustate di sale, solo se necessario, e pepe. Aggiungete i gamberetti, le vongole sgusciate e le cicale. Fate cuocere il tutto per qualche minuto, non troppo altrimenti rischiate di stracuocere il pesce. Spegnete il fuoco, assaggiate e regolatevi con la sapidità e con il pepe.
Fate bollire gli spaghetti, scolateli al dente e finite di cuocerli nella padella con il sugo.

Impiattate a piacimento, io ho preferito mettere a lato le cicale e le vongole con il guscio e decorare gli spaghetti con il basilico.

Buona eh?!?!?!
Provatela, ne vale davvero la pena!!!
V.




martedì 6 settembre 2016

"MARMELLATA DI PEPERONCINO"

"Gusto piccante, sincero, verace,
rosso rubino, accendi la voglia di gusto sopraffino.
Palato esigente accoglie il suo gusto,
sprigionando voglie represse...
mmmh che piacere quel pizzicorino che incendia le gote
e scioglie gli indugi alle tenere voglie". Anna Rita Pincopallo

 

Penso di avervi tediati già abbastanza sul discorso "orto"....Che finalmente mangio le mie verdure, che ho una montagna di zucchine, che la mia insalata è a km 0 etc etc.......Ma una cosa forse non vi ho detto.....Che ho due eccezionali piantone di peperoncini, una di habanero orange e una di naga morich che, contro ogni aspettativa, hanno fatto centinaia di frutti colorati stupendi. Li ho usati in tantissimi modi, per questo vi rimando ad un mio vecchio post su come rendere i vostri peperoncini gustosi e facili da accompagnare con altri cibi (Ricette peperoncini).
Ma una cosa non avevo ancora preparato....La marmellata dolce....Ottima da mangiare soprattutto con i formaggi! E per ottima intendo super mega goduriosa....E' venuta veramente eccezionale!
Una cosa vi raccomando, statele dietro....Allontanatevi poco, perchè è un attimo che si brucia.

INGREDIENTI PER CIRCA 700 GRAMMI DI MARMELLATA

100/150 GRAMMI DI PEPERONCINI (IO HO USATO HABANERO ORANGE E NAGA MORICH)
2 PEPERONI ROSSI (CIRCA 400 GRAMMI)
1 PEPERONE GIALLO ( CIRCA 200 GRAMMI)
1 CIPOLLA
200 GRAMMI DI ZUCCHERO BIANCO
200 GRAMMI DI ZUCCHERO DI CANNA
200 ML DI VINO ROSSO

Sterilizzate i vostri barattoli per circa 30 minuti in acqua bollente, comprensivi di coperchio. I miei barattoli non sono proprio eccezionali per le conserve, vi consiglio di utilizzare quelli con il tappo che si avvita. Una volta sterilizzati fateli asciugare a testa in giù su di un canovaccio.

Per prima cosa assicuratevi di avere dei guanti, quelli in lattice usa e getta vanno benissimo, per maneggiare i vostri peperoncini....Altrimenti la questione potrebbe farsi abbastanza letale!
Lavate peperoncini e peperoni, apriteli, togliete tutti i semi e privateli dei filamenti interni (quelli bianchi per intenderci). Questa è la parte più menosa, il resto sarà tutto in discesa. 
Tagliate i peperoncini a filetti sottili e i peperoni a cubetti piccoli. Fate lo stesso con la cipolla, pulitela bene e tagliatela a cubetti molto piccoli.

A questo punto in una pentola antiaderente mettete tutti gli ingredienti e fate cucinare a fuoco medio basso per circa un'ora, mescolando spesso e non distraendovi mai.
Passata un'ora passate la vostra marmellata grossolanamente con un mixer ad immersione. Vi scrivo "grossolanamente" perchè io qualche pezzetto intero ho preferito tenerlo. Rimettete sul fuoco e fate sobbollire il tutto fino a che non si sarà creata una bella marmellata densa.

Ci siamo!!!!! Invasettate la vostra marmellata ancora bollente, chiudete bene il barattolo e fatelo raffreddare a temperatura ambiente capovolto a testa in giù! Conservatela poi in dispensa o, una volta aperta, in frigorifero.


Cercate di resistere almeno 4/5 giorni prima di mangiarla......Ovviamente io......HO FALLITO!!! ;-)

Contate che era stra buona qualche ora dopo averla preparata.....Immaginatevi dopo qualche giorno!!!!

V.









mercoledì 15 giugno 2016

"TORTELLI AI FIORI DI ZUCCA E STRACCIATELLA SU CREMA DI ZUCCHINE E PANCETTA"

"Un uomo può essere un determinista pessimista prima di pranzo e un credente che confida nel libero arbitrio subito dopo". Aldous Huxley


Orto delle meraviglie!!! Questa è la stagione che più mi piace per passare qualche ora nel mio orto, stare in silenzio, girare per le fasce e trovare un po' di pace! Diciamo che anche io ogni tanto divento un po' bucolica....Un po'....Fino a che non vengo letteralmente divorata dalle zanzare e, a quel punto, tutto svanisce!!!Qualche giorno fa ho pubblicato una bella foto su Facebook con il bottino della giornata, zucchine e fiori di zucca, e mi sono permessa di chiedere a voi una ricetta che potesse sfruttare al meglio queste materie prime spettacolari. Mi avete scritto in tantissimi, ma la ricetta che mi ha colpito di più è stata quella del mio amico Danilo Ceccarelli, che ringrazio per avermi fatto fare un figurone durante una cena con amici.
Ho solo aggiunto un po' di pancetta alla crema di zucchine Danilo....Il resto è tutta farina del tuo sacco!!! Grazie di cuore ancora....

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

PER LA PASTA:

400 GRAMMI DI FARINA DI GRANO KHORASAN (KAMUT)
4 UOVA
DUE PIZZICHI DI SALE

PER IL RIPIENO:

14/15 FIORI DI ZUCCA MEDIO/GRANDI
L'INTERNO DI UNA BURRATA (STRACCIATELLA)
UNA BUSTINA DI ZAFFERANO
2 CIPOLLOTTI
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
SALE 
PEPE

PER LA CREMA DI ZUCCHINE E PANCETTA:

4 ZUCCHINE
100 GRAMMI DI PANCETTA DOLCE TAGLIATA A CUBETTI
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
SALE
PEPE

PER CONDIRE:

BURRO 
PARMIGIANO GRATTUGIATO

Per prima cosa fate la pasta, così potrete lasciarla riposare in frigorifero giusto il tempo di preparare ripieno e condimenti.
Amalgamate la farina con le uova e il sale fino a che non otterrete una pasta liscia, morbida ed omogenea.
A questo punto create una palla, copritela con della pellicola e mettetela in frigorifero.

A questo punto preparate il ripieno.
Lavate delicatamente i fiori di zucca, togliete il pistillo interno, asciugateli e tagliateli a pezzetti piccoli. Tagliate a rondelle sottili anche il cipollotto.
In una padella fate rosolare il cipollotto con un giro d'olio extravergine d'oliva e, non appena sarà pronto aggiungete i fiori di zucca e saltateli in padella per pochissimi minuti. Regolate di sale e pepe, aggiungete la bustina di zafferano, mescolate il tutto e lasciate leggermente intiepidire.
In una ciotola spezzettate con le mani l'intero interno della burrata e aggiungete i fiori di zucca. Amalgamate bene il tutto, aggiustate di sale e pepe a vostro piacimento e mettete da parte.

Sempre nella stessa padella dove avete saltato i fiori, fate rosolare le zucchine tagliate a rondelle con olio, sale e pepe. Aggiungete la pancetta, cucinate per 5/6 minuti e aggiungete mezzo mestolo d'acqua.
In un bicchiere dai bordi alti frullate il tutto con il mixer ad immersione, assaggiate, regolate di sale e pepe ed eventualmente aggiungete acqua fino ad ottenere una crema densa e corposa.

Perfetto! Adesso avete tutte le basi pronte!!! 

Tirate la pasta molto bene, deve rimanere abbastanza sottile. Create delle strisce e cominciate a comporre i vostri tortelli con un cucchiaino scarso di ripieno per ogni spazio. Chiudete la pasta a libro e, aiutandovi con le mani, fate uscire tutta l'aria, sigillate i tortelli e tagliate dei quadrati con una rotella per pasta. Dovrebbero venirvi circa 40 tortelli...10 a testa.

Scaldate bene la vostra crema di zucchine e pancetta.
Portate un pentolone d'acqua salata ad ebollizione, buttate i tortelli e scolateli dopo circa 6/7 minuti.

Foto di repertorio
Impiattate creando una base con la crema di zucchine. Condite in un ciotolone i tortelli con burro e parmigiano, adagiateli sulla crema di zucchine e finite con una spolverata di pepe!!

Mamma mia...
Erano stra stra stra buoni!!!!!!
Grazie Danilo!

V.














martedì 31 maggio 2016

"RISOTTO "GIALLO" GUANCIALE E CIPOLLOTTO SFUMATO ALLA VODKA"

"Non si sa di nessuno che sia riuscito a sedurre con ciò che aveva offerto da mangiare, ma esiste un lungo elenco di coloro che hanno sedotto spiegando quello che si stava per mangiare". Manuel Vàzquez Montalbàn

La leggerezza in questi giorni in casa mia è stata dimenticata...Visto il tempo uggioso e quasi invernale, le uniche cose che mi riescono in cucina sono piatti carichi e super saporiti. Con la scusa del "Tranquilli, questo è un piatto unico" sto facendo da mangiare un'infinità di prelibatezze a tutti i miei amici. In realtà, in questo caso, il risotto in questione è più uno "svuotafrigo" di tantissime cose che avevo in casa, vodka compresa!
Il messaggino di rito alla mamma "Mamma aiuto, non ho vino in casa per sfumare il risotto, posso usare la vodka"???.....L'attesa....E poi la risposta....:"Certo"!!! E via....Ricetta pensata e preparata.

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

20 CUCCHIAI DI RISO CARNAROLI
2 CIPOLLOTTI
200 GRAMMI DI GUANCIALE TAGLIATO A CUBETTI
BRODO VEGETALE (CAROTA, SEDANO, CIPOLLA E PREZZEMOLO)
UN BICCHIERE DI VODKA
PARMIGIANO GRATTUGIATO PER MANTECARE
ZAFFERANO DUE BUSTINE
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
PEPE DEL MACININO

(Acqua tonica e lime...........C'è la vodka.......Si può sempre bere un vodka tonic mentre preparate il riso no?????)

Per prima cosa preparate il brodo vegetale, facendolo andare a fuoco basso per circa un'ora. Mi raccomando, salate il brodo, così non dovrete aggiungere sale durante la cottura del risotto. Una volta pronto filtratelo e mettetelo da parte.
Tagliate il cipollotto a rondelle, compresa la parte superiore verde. 
In una pentola antiaderente fate soffriggere in un filo d'olio (poco mi raccomando, perchè il guanciale rilascerà molto grasso) il cipollotto per qualche minuto.
Aggiungete il guanciale e fatelo rosolare fino a che non risulterà bello croccante....La mia faccia è esattamente quella di Homer Simpson davanti ad una birra Duff........Guancialeeeeeeeeeeee!!!!

Una volta che cipollotto e guanciale saranno ben rosolati, aggiungete il riso e fatelo tostare per qualche minuto, sfumate con la vodka e fate evaporare l'alcol. Mescolate sempre.

Continuate la cottura del vostro risotto aggiungendo mestoli di brodo fino a che non sarà cotto e morbido. Mi raccomando, assaggiatelo durante la cottura, così da poter aggiustare eventuali mancanze di sapidità.

Spegnete il fuoco, aggiungete lo zafferano e mantecate con abbondante parmigiano. Lasciate riposare un paio di minuti e servite con una grattata di pepe.

Goloso.....Vi stupirà!

V.











mercoledì 2 marzo 2016

"FILETTO DI MAIALE LARDELLATO CON CHUTNEY DI MANGO E CIOCCOLATA"

"Ogni ricetta è unica se ci metti anima e cuore..."


Ed ecco svelata la mia ricetta con i 5 ingredienti scelti basandomi sul mio animo dinamico in occasione del concorso indetto da Neff #NeffYourSoul. 
Ultimi giorni per partecipare
E' una ricetta a cui tengo molto perchè è stata il frutto dell'unione di 5 materie prime che adoro e che, insieme, sono un'esplosione di gusto.
A tutti coloro che hanno partecipato al contest mi sento di dire......COMPLIMENTI!!!! BRAVI!!! Avete fatto onore alla cucina e inviato deliziose ricette scelte in base al vostro carattere.
Di seguito avete tutte le indicazioni per preparare la mia......Fidatevi, è buonissima!!!

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE):

INGREDIENTI PER CIRCA 225 GRAMMI DI CHUTNEY DI MANGO:

1 MANGO E MEZZO
175 GRAMMI DI ZUCCHERO DI CANNA
1 CIPOLLA TRITATA
1 CUCCHIAINO DI PEPERONCINO AD ALTA PICCANTEZZA
UNO SPICCHIO D'AGLIO TRITATO
MEZZO CUCCHIAINO DI ZENZERO IN POLVERE
MEZZO CUCCHIAINO DI CURCUMA
MEZZO CUCCHIAIO DI UVETTA
MEZZO CUCCHIAIO DI MANDORLE
125 ML DI ACETO DI MELE
QUALCHE SEME DI CUMINO
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
SALE

 4 FILETTI DI MAIALE
12 FETTE DI LARDO
UNA TAVOLETTA DI CIOCCOLATO FONDENTE DA 100 GRAMMI
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA 
SALE

Bene, vedrete che una volta preparato il chutney di mango tutto il resto sarà una passeggiata di salute e farete un figurone assicurato.
Fate ammollare l'uvetta in un bicchiere d'acqua. Tagliate a scaglie la cioccolata fatta eccezione per 3/4 cubetti.
Mettete un giro d'olio in una pentola antiaderente e fate scoppiettare un po' i semi di cumino, aggiungete il peperoncino, l'aglio tritato, lo zenzero e la cipolla tritata. 
Rosolate finché la cipolla non sarà bella dorata. Aggiungete la curcuma e rosolate ancora qualche secondo.
Incorporate il mango pelato e tagliato a cubetti, lo zucchero e l'aceto. Due pizzichi di sale e cuocete come se fosse una marmellata, fino a che non avrà una consistenza bella morbida e densa. Verso la fine aggiungete le mandorle e l'uvetta strizzata. Spegnete il fuoco e lasciate che il vostro chutney raggiunga la temperatura ambiente. Potete conservarlo tranquillamente in frigo per qualche giorno.

Perfetto ora avete il vostro chutney.
Cominciate a foderare i vostri filetti con tre fette di lardo per ciascuno sui bordi, stando attenti che aderisca bene. Massaggiateli con un po' di olio e sale.
Scaldate bene una griglia e una volta bella calda fate rosolare per 3 minuti per lato e poi per tutto il bordo. Non di più non di meno. Questo è il tempo perfetto per far in modo che il filetto si cuocia alla perfezione.
Togliete la carne dal griglia e aggiungete 3/4 cucchiai di acqua nella griglia per deglassare e creare la salsa che servirà per condire i filetti. In un pentolino mettete il sughetto della carne che avete ricavato dalla griglia, una lacrima di aceto di mele e i 3/4 cubetti di coccolato fondente. Fate ridurre fino a che non risulterà un sughetto cremoso.

Perfetto, siete pronti per impiattare........Liberate la fantasia e decidete come volete servirlo!!! Potete fare come ho fatto io....Gocce di chutney, filetto ricoperto dalla grassa e scaglie qua e la......Altrimenti potete fare una base di chutney e glassa, il filetto sopra e le scaglie a finire....Ma vi ripeto....L'impiattamento è questione di gusto....Sentitevi liberi!!!

Beh, che dire.....Buon appetito ragazzi....A volta bisogna buttarsi nel vuoto per trovare qualcosa di nuovo!!!! 

V.









mercoledì 10 febbraio 2016

"CONTEST #NEFFYOURSOUL"




Ed eccoci amici!!! Finalmente il grande giorno è arrivato...Inizia il concorso promosso da Neff elettrodomestici: #NeffYourSoul!
Quattro aggettivi che caratterizzano quattro favolose foodblogger, ognuna con un carattere che la contraddistingue!
Ad ogni nostro aggettivo sono associati cinque ingredienti.

Valentina Barone, dall'animo romantico ha scelto: uova, mirtilli, cioccolato, ricotta e limone.
Ornella Daricello, food blogger dall'animo creativo ha optato per: cannella, zenzero, olio d'oliva, arancia e semola/cous cous.
Sonia Peronaci, un nome, una garanzia! Una donna dall'animo audace che ha scelto: zucca, bacon, confettura di rosa canina, paprica affumicata e yogurt greco.
E poi ci sono io, che come ben sapete sono una donna a cui non manca l'energia e la voglia di muoversi, viaggiare e sperimentare cose sempre nuove.
Come aggettivo ho scelto "DINAMICA", perchè nella mia cucina c'è forza, energia e movimento. I miei ingredienti sono stati scelti con il cuore. Sono materie prime a cui sono legata per diversi motivi e che uso spesso in cucina.
Il mango mi ricorda la mia Africa, dove vado spesso e dove sperimento sempre piatti nuovi, e assaggio ricette strepitose.
Il peperoncino, il mio ingrediente preferito, capace di arrivare agli estremi ma anche di essere dolce e suadente. Ne coltivo di ogni genere, la mia primavera inizia sempre con tonalità che vanno dal giallo, al rosso, al rosa e all'arancione grazie alle mille varietà di questa spezia eccezionale.
La carne di maiale non ha bisogno di tante presentazioni.....A volte basta una brace, una griglia e qualche buon pezzo di carne di maiale che il pasto ha subito un altro sapore.
La cioccolata è l'Ingrediente con la I maiuscola, versatile, amara, dolce, capace di sviluppare serotonina e di rendere ogni istante più felice.
Infine, volevo tenere alta la nostra bandiera Italiana, scegliendo un prodotto di altissima qualità, una materia prima fantastica che può essere abbinata a una moltitudine di piatti....Il lardo di Colonnata o d'Arnad.
Se anche voi come me in cucina vi sentite dinamici allora non vi resta che scegliere di creare una vostra ricetta con i miei cinque ingredienti e partecipare al concorso #NeffYourSoul.
Io, le altre foodblogger ed una giuria selezioneremo i 10 finalisti che avranno la possibilità di vincere un forno FullSteam ed un piano cottura ad induzione Flexinduction Neff.........NON MALE COME PREMI NO?!?!?!?!?!
Se invece vi sentite più romantici, creativi o audaci partecipate usando gli ingredienti delle altre foodblogger, che potete trovare alla pagina:

Your soul


Bene......Adesso non vi resta che uscire a fare la spesa e cominciare a creare la vostra personalissima ricetta! 
Utilizzate il sito:

www.neffyoursoul.it


Qui troverete modalità di partecipazione, ingredienti e tutte le info che vi servono per partecipare!!!

IO VI ASPETTO NUMEROSI E A BRACCIA APERTE PER POTERVI PREMIARE DURANTE LA GIORNATA FINALE!!!!

Vale

Per restare sempre aggiornati potete anche seguire le pagine Facebook, Instagram e Twitter di Neff!!!

Facebook Neff Italia

Instagram Neff Channel

Twitter Neff Channel








lunedì 14 dicembre 2015

"MUFFIN CIOCCOLATO E VANIGLIA ALL'ITALIANA"

 "La vita è come un pranzo: al momento del dolce qualcuno ti porta il conto" Anonimo

Probabilmente sono impazzita, o gravemente malata, o forse, più semplicemente il Natale mi fa venire una voglia matta di cucinare dolci di ogni tipo!!!!
Il titolo della ricetta qui è da chiarire....Non erano muffin, innanzitutto, ma la ricetta di un plumcake, e vaniglia e cioccolato me lo sono inventato io perchè la parola "marmorizzato" non mi piace, non rende l'idea....All'Italiana perchè credo che in realtà i veri muffin siano fatti in un'altra maniera!!!!
Perchè l'uso delle pirotte al posto della classica teglia del plumcake era per cercare di dare delle porzioni umane alle fette giganti di plumcake che il mio fidanzato mangia la mattina!!!Ho pensato.....Se li faccio a muffin ne mangerà uno solo al giorno......................................Mmmmmmmmmmmmm COME NON DETTO, nonostante, a suo giudizio, fossero un po' troppo croccanti sulla punta, ne ha mangiati due!!!!E fidatevi, sono GIGANTI!!!!! Credo comunque che abbia ragione, ho il forno nuovo, è super potente.....Devo ancora capire bene come usarlo!!!! Ma credo che il risultato sia comunque riuscito alla grandissima!!!!

INGREDIENTI:


200 GRAMMI DI FARINA
180 GRAMMI DI BURRO A TEMPERATURA AMBIENTE
200 GRAMMI DI ZUCCHERO
50 ML DI LATTE
3 UOVA
MEZZA BUSTINA DI LIEVITO PER DOLCI
30 GRAMMI DI CACAO AMARO
SCORZA DI UN LIMONE
UNA BACCA DI VANIGLIA

Allora, per prima cosa preriscaldate il forno a 180° e dividete i tuorli dagli albumi.

In un robot da cucina lavorate il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto bello cremoso.
Aggiungete i tre tuorli e lavorate ancora un po'.Versate il latte e miscelate bene.
Aggiungete infine la farina e il lievito e lavorate fino a che il vostro composto non sarà omogeneo e cremoso!!!

Montate con la sola forza di braccia e frusta i vostri albumi a neve e incorporateli al composto un po' per volta aiutandovi con un cucchiaio. Fate andare qualche secondo il robot e spegnete tutto.


Dividete in due ciotole il composto. In una ciotola aggiungete la scorza di limone e i semi della vaniglia, nell'altra il cacao e mescolate entrambi i composti molto bene!

Ora imburrate leggermente circa una decina di pirottine di quelle di alluminio grandi, o altrimenti una teglia da plumcake.Imburrate e  stendete sul fondo dei pirottini o della teglia uno strato di impasto alla vaniglia e successivamente coprite con uno strato di composto al cacao!

Cuocete per circa 50 minuti e lasciate riposare (SE CE LA FATE) per circa 20 minuti!!!

Mi sembra di aver constatato che a colazione pucciati nel latte siano veramente il top!!!!


V.